Benvenuti a Laglio, piccolissimo comune con meno di un migliaio di abitanti a nord di Cernobbio, sul ramo comasco del lago. Il paesino è salito agli onori delle cronache internazionali grazie all’attore americano George Clooney che qui ha acquistato delle residenze e spesso vi soggiorna.

Laglio è un paesino dal fascino discreto, sorto su un tratto di litorale pianeggiante. Silenzio, luce e profumi accompagneranno le vostre passeggiate E favolosi giri in bicicletta. Alle sue spalle, poi, si estendono boschi e alture fra cui spicca la vetta del monte Colmegnone di metri 1383.

Tra le frazioni di Torriggia e Careno il lago diventa strettissimo, tanto che i paesi dell’altra sponda paiono a portata di mano, e le profondità raggiungono i 420 metri (le massime di tutto il Lario).

All’inizio del 20° secolo Laglio formava un comune unico con Brienno, qualche chilometro a nord, paese dall’aspetto medievale che merita senz’altro una visita. Sempre nei dintorni, ma a sud, si trova Carate Urio, grazioso centro famoso per le cave di pietra con cui sono state realizzate le sue case.

Laglio: villa Clooney

CC Roman Harak

Cosa vedere a Laglio

Nel paese si trova la seicentesca chiesa di San Giorgio, decorata dal lagliese Stefano Salterio nel 18° secolo con stucchi e fregi di grande prestigio. All’interno si trovano anche opere di pittura e scultura settecentesca, mentre all’esterno desta interesse l’Oratorio dei Confratelli del Santissimo Sacramento, abbellito con superbe decorazioni del 18° secolo e una pala rappresentante la Madonna del Rosario, di Carlo Innocenzo Carloni.

Molto singolare è un monumento funerario ottocentesco, a forma di piramide alta 20 metri, che si trova nel cimitero del paese.

Villa Melograno risale alla fine dell’ottocento e si trova nella frazione di Vergonzano. Nella frazione di Torriggia si trova la grotta detta Buco dell’Orso. La caverna percorribile per 150 metri deve il suo nome (e la sua fama) al ritrovamento dei resti preistorici dell’Ursus Spelaeus, l’orso delle caverne.

Brienno, lungo il litorale a nord, con il suo reticolo di portici e le case in pietra, merita una visita soprattutto per il suo ben conservato centro storico d’impronta medievale. L’antica chiesa dei Santi Nazaro e Celso, a picco sull’acqua, possiede al suo interno un polittico di Andrea Passeri del 1508 e alcuni affreschi del seicento.

lago di como

CC Paolo Perini

Dove mangiare a Laglio

In elenco alcuni ristoranti e agriturismi consigliati a Laglio e dintorni:

Ristorante La Locanda del Cantiere
Via Vecchia Regina Teodolinda, 91 – 22010 Laglio
Tel. +39 031 401400
www.lalocandadelcantiere.it
Nell’ originale cornice di un Ex cantiere nautico, di recente ristrutturazione e fondazione, l’ambiente è rustico ma con un tocco di eleganza. La cucina è prevalentemente lombarda e sempre in continua evoluzione propone un ottima scelta di primi piatti , carni e pesci rigorosamente selezionati, prediligendo le ricette tipiche del territorio. Sempre a disposizione per ogni tipo di evento o festa privata dispone di un approdo per ogni tipo di barca o TAXI BOAT.

Osteria Vecchio Molo
Via Regina 93, Laglio
Tel. +39 031 400730

Come arrivare a Laglio

In aereo
Dai tre aeroporti milanesi Linate, Malpensa e Orio al Serio, raggiungere il centro di Milano e da qui prendere il treno per Como.

Dall’areoporto di Malpensa, se utilizzate il Malpensa Express, è conveniente scendere a Saronno e utilizzare il treno delle Ferrovie Nord per Como. Altra opzione, sempre da questo scalo, è l’autobus 250 che raggiunge la città di Como.

In treno
Dal centro di Milano prendere il treno per Como e da qui utilizzare l’autobus in direzione Menaggio.

In auto
Laglio si trova a meno di mezzora dal centro di Como.

Da Milano prendere la A9 Como-Chiasso e imboccare l’uscita Como Nord, proseguire sulla statale Regina e in poco meno di 15 chilometri si è raggiunto il centro di Laglio.

Foto di apertura: by Paolo Perini licensed under the Creative Commons license.