Benvenuti a Mandello del Lario, adagiato sulla sponda orientale del ramo di Lecco, questo dinamico comune di 10.000 abitanti è noto in tutto il mondo soprattutto come sede della fabbrica di motociclette Guzzi.

Insediamento di origine romana, Mandello ha una storia tumultuosa che parte dal medioevo, come cittadella fortificata, e si ritrova sempre in bilico fra Como e Milano. Dal cinquecento vive un periodo di relativa pace e nell’ottocento sviluppa la sua vocazione industriale con torciture e filande.

La Mandello bassa, che si sviluppa lungo il lago, è un borgo dall’atmosfera caratteristica con vicoli, architettura tipiche dell’area e un porticciolo. Le insenature del lungolago, nel centro, svolgono la funzione di frequentate e molto apprezzate spiagge di ciotoli; in particolare ben attrezzato è il lido comunale che si trova dopo la foce del foce del fiume Meria.

Mandello è, anche, un attrezzatissima località sportiva, merito che in parte va ai riconoscimenti sportivi ottenuti dai suoi atleti olimpionici della Canottieri.

Da Mandello gli appassionati della montagna possono raggiungere, in circa tre ore, il Pian dei Resinelli, mentre molto più impegnativa è la salita sulle Grigne.

Cosa vedere a Mandello del Lario

La Chiesa di San Lorenzo, nel centro di Mandello, risale ad un’età paleocristiana, venne ricostruita nel IX secolo e ristrutturata in età romanica.
Il campanile ha una parte inferiore dell’inizio del 1100 e le modifiche alla struttura della chiesa, ridotta ad una sola navata, sono datate 1600. All’interno, opere della seconda metà del Seicento vengono attribuite a Giacomo Antoni Santagostino ed ai suoi scolari, mentre il raffinato battistero e l’altare sono del ‘500.

La chiesa di San Giorgio, nel borgo omonimo, risale all’anno 1000, ma il suo aspetto attuale lo deve ai restauri del trecento; unico pezzo originale è l’acquasantiera con un motivo a intreccio geometrico-floreale. All’interno, poi, lungo la navata, vi sono numerosi dipinti votivi del quattrocento, come la Crocifissione nel presbiterio.

Un’altra chiesa degna di nota è il barocco Santuario della Madonna del Fiume contenente affreschi di Giacomo Antoni Santagostino.

La grotta Ferrera, in località Acqua Bianca, è costituita da uno smisurato antro lungo circa 175 metri e largo 50. All’interno si trova un breve ruscello che forma una cascata, mentre la praticabilità è resa leggermente ostica dal suolo fangoso e dai crepacci. L’accesso è molto facile e si trova ai bordi di una mulattiera.

Maggiana è una caratteristica frazione che domina Mandello dall’alto della sua terrazza e merita senz’altro una visita. Nel suo centro si trova la Torre del Barbarossa, di origine medievale, che ospitò nel XII secolo l’imperatore Federico I detto, appunto, “il Barbarossa”. All’interno è allestito un museo con utensili contadini visitabile solo su prenotazione o in occasione delle celebrazioni di Giugno.

Dove mangiare a Mandello del Lario

In elenco alcuni ristoranti e agriturismi di Mandello e dintorni:

Agriturismo La Selvaggia
Via Santa Maria, Località Somana – 23826 Mandello del Lario
Tel.+39 338 1740083
Agriturismo con prodotti tipici (quaglia, carne di capra, formaggi) a menu fisso. Raggiungibile solamente a piedi, in meno di 10 minuti.

Osteria Sali & Tabacchi
Piazza S Rocco 3, Frazione Maggiana – 23826 Mandello del Lario
Tel.+39 0341 733715
www.osteriasalietabacchi.it
Il protagonista è il pesce di lago preparato in vari modi: agoni e lavarello in carpione o in salsa verde, tagliolini con i missoltini, riso col persico, lavarello al burro e salvia, inoltre salmerino, luccio, pigo, tinca e bottatrice secondo la disponibilità.

Il Giardinetto
Piazza Giuseppe Garibaldi 10 – 23826 Mandello del Lario
Tel. +39 0341 700487
www.ristoranteilgiardinetto.it
In un ambiente romantico e rilassato, si possono degustare specialità della tradizione locale, quali il pesce di lago, oppure scegliere piatti di mare, carne e vegetariani, senza dimenticare i dolci fatti in casa. Inoltre, dietro prenotazione si preparano piatti per celiaci.
Chiuso lunedì

Aquaduulza
trada Statale 165 – 23826 Mandello del Lario
Tel. +39 0341 700585
Facebook.com/pages/Aquaduulza
Ristorante con cucina tradizionale e specialità di lago a gestione famigliare
Chiuso lunedì.

Riva Granda
Piazza XXV aprile, 5, Mandello del Lario
Tel. +369 0341-70-03-36
www.rivagranda.it
Offre una cucina tipica con sapori antichi, quali i missultit serviti con la tradizionale polenta, il risotto con filetto di pesce persico, gli agoni appena pescati nel nostro lago. Situato nel centro storico direttamente sul lungo lago.

Ristorante Mamma Ciccia
Piazza Roma, 1 – Mandello del Lario
Tel. +39 0341 733358
www.mammaciccia.it
Serve la cucina tipica del lago in una cornice molto suggestiva. Per chi volesse ammirare da vicino la bellezza del nostro lago “Mamma Ciccia” fornisce, nel periodo estivo, un servizio di ristorazione a boardo di “Zaira non rompere” per piccoli gruppi di amici.

Come arrivare a Mandello del Lario

In aereo
Da Linate, Malpensa e Orio al Serio recarsi in una delle stazioni del centro di Milano o Monza e prendere il treno della linea Sondrio-Tirano.

Arrivando a Orio al Serio è conveniente utilizzare la linea ferroviaria che da Bergamo città raggiunge Lecco e poi cambiare.

In treno
In un’oretta circa si raggiunge, con un comodo treno diretto, la stazione di Mandello grazie alla linea che compie la tratta Milano-Lecco-Sondrio-Tirano.

Venendo da Bergamo si può giungere a Mandello, senza passare da Milano, cambiando alla stazione di Lecco.

In auto
Da Milano proseguite sempre dritti su Viale Zara e all’altezza di Monza imboccare la superstrada Nuova Valassina per Lecco-Sondrio. Giunti a Lecco proseguire sempre dritti sulla SS36 verso Colico, dopo circa 4 km incontrerete l’uscita Abbadia Lariana-Mandello Lario, in un paio di chilometri sarete nel paese.